19/12/2014

Non tutti i sistemi di Comunicazione Unificata sono eguali, la risposta Alceo al corretto dimensionamento della rete

Nel sistema proposto da Alceo Business Communicatrion System (BCS) tutta la segnalazione SIP, sulla base degli RFC del protocollo stesso, passa obbligatoriamente attraverso le varie istanze di SipProxy facenti parte dell’installazione.
Ciò consente al sistema di conoscere quando inizia e quando finisce una sessione e anche quali media (audio, video, ecc) sono coinvolti nella sessione.
E’ stato perciò realizzato un modulo di BCS di Call Admission Control (CAC) al quale tutti i SipProxy comunicano i dati essenziali dell’inizio, della modifica e della fine di ciascuna sessione.
Nel comunicare l’inizio o la modifica di una sessione con l’aggiunta di uno o più nuovi media SipProxy dovrà valutare la risposta del CAC che ne indicherà l’ammissibilità rispetto limiti imposti per il gruppo di apparati definiti per mezzo di subnet.
Se la risposta indica l’inammissibilità dei nuovi media, SipProxy “bloccherà” la nuova richiesta.
Bloccare la nuova richiesta significa rifiutare la nuova sessione o la modifica di una sessione esistente.
Il concetto che sta alla base del modulo è la conoscenza della topologia della rete, partendo dal presupposto che ogni sito può avere una o più sottoreti.
Il CAC agisce a livello di sito, per cui la banda disponibile viene occupata in maniera indifferente da tutti gli utenti del sito.
Le topologie di rete fanno sì che i media scambiati tra user-agent collocati in siti arbitrari seguano un unico percorso. Questa caratteristica consente al modulo di applicare correttamente il Call Admission Control nella rete geografica.
Il modulo, grazie alle informazioni ricevute dai vari SipProxy, è a conoscenza in ogni momento della banda occupata in ogni segmento della WAN.
All’arrivo della richiesta di aggiunta di un nuovo media tra due indirizzi IP di sottoreti distinte, il modulo valuta se tale richiesta è compatibile con la banda attualmente libera per ciascuno dei segmenti di rete che collegano le sottoreti cui appartengono i suddetti indirizzi IP. Se il controllo ha esito positivo, viene incrementata la banda in uso con il nuovo media, altrimenti viene fornita a SipProxy una risposta negativa.