05/12/2014

Preparare la vostra rete per le comunicazioni Video

Quando si intende utilizzare comunicazioni video, la più importante domanda a cui devono rispondere le aziende è se la loro rete è adeguata o meno.
Irwin Lazar, vice presidente e direttore del servizio di Nemertes Research, afferma che il video è il “peggior” tipo di traffico da portare in rete, in quanto richiede latenza minima e un sacco di banda della rete.
Ma ci sono varie opzioni disponibili alle imprese per assicurarsi che i requisiti video siano soddisfatti.
Nel webinar, l’autore illustra cinque soluzioni disponibili alle imprese per risolvere l’enigma video senza far collassare la propria rete.

La prima opzione è quella di aumentare la larghezza di banda.
Per ridurre la larghezza di banda le imprese possono trarre vantaggio dall’utilizzo di codec video standard come l’H.264 e ancor meglio attraverso l’uso di applicazioni con codec “scalabili”.
Le imprese dovrebbero anche guardare ai prossimi standard come H.265 e pianificare gli aggiornamenti del Wi-Fi visto il maggiore utilizzo del video mobile.

La seconda opzione che hanno le imprese è quella di ottimizzare la larghezza di banda di rete di cui dispongono.
L’ottimizzazione spesso consente alle aziende di verificare se stanno riservando sufficiente larghezza di banda per le diverse applicazioni. Ottimizzare significa essere in grado di rispettare i requisiti di larghezza di banda per il video e nello stesso tempo proteggere le altre applicazioni dall’impatto video sulla rete.

La terza soluzione a disposizione delle imprese è la virtualizzazione del desktop.
Le imprese possono utilizzare una infrastruttura di desktop virtuale (VDI) per garantire la trasmissione video. Il terminale VDI può contenere un chip DSP per la voce e video, incapsulare localmente e poi incorporare il video in un flusso che va di nuovo al VDI o client locale.

La quarta soluzione è quella di utilizzare fornitori di servizi di terze parti per la gestione video. Molte imprese fanno del loro meglio per gestire correttamente applicazioni video ma spesso non hanno competenze interne e quindi preferiscono rivolgersi a fornitori di servizi.
Alcuni provider si concentrano in particolare sulla gestione del video, mentre altri includono la gestione complessiva di servizi di Comunicazione Unificata.

La quinta soluzione è quella di sviluppare una strategia di mobilità proattiva.
L’utilizzo dei device mobili sta diventando il settore più importante per il video.
Molti dipendenti arrivano nella loro organizzazione di lavoro con i propri dispositivi mobili.
Le imprese che adottano BYOD si rendono conto che l’area di maggior investimento è l’aggiornamento della loro rete Wi-Fi.
Queste imprese hanno ammesso che se non anticipano tale adeguamento della loro infrastruttura Wi-Fi la loro rete rischia di essere “sopraffatta” dalla domanda di Video Mobile.

Ecco il link al video per saperne di più su come preparare la rete per il video, come selezionare un provider di servizi gestiti, e i vantaggi della gestione dei dispositivi mobili quando si utilizza il video.

http://searchunifiedcommunications.techtarget.com/video/Preparing-your-network-to-support-video?asrc=EM_ERU_33015132&utm_medium=EM&utm_source=ERU&utm_campaign=20140822_ERU%20Transmission%20for%2008/22/2014%20%28UserUniverse:%201019289%29_myka-reports@techtarget.com&src=5289576